Kit Pronto Soccorso: cos’è il DM 388 ?

Di seguito una sintesi del DM 388/03

Il decreto è formato da 6 articoli e 4 allegati:

Art. 1 descrive la classificazione delle aziende in base a attività svolta, al numero dei lavoratori occupati e ai fattori di rischio.
Art. 2 indica le attrezzature minime che il datore di lavoro, a seconda del gruppo di appartenenza, deve garantire.
Art. 3 descrive i requisiti e la formazione degli addetti al primo soccorso aziendale.
Art. 4 obbliga il datore di lavoro a rendere disponibili le attrezzature minime di equipaggiamento.

Esistono dei Kit Pronto Soccorso diversificati in base alle necessità aziendali.

    LE SANZIONI
    Drastiche le sanzioni previste dalla legge sulla sicurezza: arresto da un minimo di 2 mesi ad un massimo di 6 o con ammenda da Euro 1.000 ad Euro 4.800 per i datori di lavoro o i dirigenti preposti all’ adozione dei provvedimenti previsti dalla normativa.

    Per evitare le sanzioni il Kit Pronto Soccorso (se utilizzato o ha superato la data di scadenza) dev’essere reintegrato in tutti i suoi articoli.

      Nonostante non si è vincolati da nessun DM anche in auto, durante gli spostamenti si puo’ incorrere in piccoli traumi, abrasioni, punture di insetto etc…

      Avere in macchina una valigetta con materiali per il pronto soccorso sarebbe utile per la tua  sicurezza e quella della tua famiglia.

      In alcuni Paesi europei, come Austria e Germania, vige già un obbligo di legge. In Italia il Codice della strada non prescrive alcuna imposizione, ma è importante avere con sé il necessario per qualsiasi imprevisto.

        Articoli collegati